NOVANTESIMOOO!

pubblicato il: 1 maggio 2003
da: inedito

 

90° Pro Palazzolo.

Nel 1963, quarant’anni fa, ebbi la fortuna, come Assessore allo Sport, di essere presente ai festeggiamenti del 50° di vita della Pro Palazzolo. In quell’occasione ho potuto vivere una giornata con la vecchia generazione di calciatori, di dirigenti che la Pro l’avevano vista nascere o, addirittura, ne erano stati i fondatori.

Avevo appena pubblicato sulle Memorie Illustri di Palazzolo un mio studio sull’avvenimento e raccolto informazioni e documenti sul mezzo secolo di vita della società sportiva e quindi ero preparato a questo incontro conviviale.

Mi sono poi interessato delle origini del gioco del pallone a Palazzolo e delle società che hanno preceduto la nascita della Pro, cioè lo Sport Club ed il Victoria Football club.

Ora con vero piacere presento queste pagine raccolte per celebrare il 90° della Pro.

La passione “per la squadra del cuore”, anche se i tempi sono cambiati, se chi indossa la casacca bianco-azzurra, non è palazzolese e la dirigenza è passata ai manager, è sempre uguale.

Come non ricordare i tanti “sportivi della domenica”, che non disertavano mai il campo, come non ricordare mio padre Michele, “grande malato della Pro”, che a tutti i clienti domenicali, annunciava in anticipo “non venite a cercarmi quando gioca la Pro, perché io sono in tribuna.”

E come non riandare agli anni bui per la squadra precipitata in gironi provinciali, quando le sconfitte casalinghe si misuravano sui 5 a 0, 6 a 0.

Allora in tribuna non c’erano più di trenta tifosi, quelli rimasti fedeli ai colori sociali. Tra questi noi sei Ghidotti: mio padre, i miei due fratelli ed i miei tre figlioli, che dopo la dottrina dell’Oratorio San Sebastiano, correvano al campo per la seconda ripresa.

Era un’avventura domenicale che si trascinava poi lungo tutta la settimana con le immancabili discussioni a tavola e si prolungava alla domenica successiva. Allora non c’erano partite infrasettimanali o serali. Nessun Biscardi che faceva processi televisivi.

E quando, a fine campionato, gli scontri si facevano diretti per le promozioni alla categoria superiore, la comitiva bianco-azzurra su metteva in marcia in bici, moto, pullman per Brescia, Valdagno…e tutti di un cuor solo ad inneggiare alla Pro. Altro che “ultras”!

Come non ricordare gli incontri col Chiari, col Romano… sempre vissuti al massimo della tensione sportiva: pronti, in caso di espugnazione del campo avversario, ad una precipitosa uscita dallo stadio e ad un rapido rientro in sede, anche prima del novantesimo. Ne valeva della nostra incolumità personale.

Il 90° di fondazione della società sportiva spero serva a ricordare e a dare una spinta per il futuro dei bianco-azzurri che, come si usa dire ora “ci hanno fatto sognare” per quasi un secolo.

 

Francesco Ghidotti

 

NOTE:

  1. Ghidotti F., Ha felicemente compiuto cinquant’anni la Società Sportiva Pro Palazzolo, Voce di Palazzolo, 21-9-1963
  2. Ghidotti F., La società sportiva Pro Palazzolo compie cinquant’anni, Memorie Illustri, dicembre 1963, pp.25-44
  3. Esposto G., Palazzolo sessant’anni di football, Giornale di Brescia, 22-7-1971
  4. Zanca S., La Pro ha sessant’anni e non li dimostra, Giornale di Brescia, 24-8-1973
  5. Morandi G., La società calcistica Pro Palazzolo compie settant’anni, Voce di Palazzolo, 9-12-1983
  6. Ghidotti F., Il Palazzolo entra in C 1, Voce di Palazzolo, 21-6-1991
  7. Ghidotti F., Novant’anni fa nasceva lo Sport Club, La Semente,1-2-2000
  8. Ghidotti F., La nascita dello Sport Club, Giornale di Palazzolo,1- 4-2000